MARTEDI’ 28 APRILE – ORE 15:00 – INCONTRO SULLA RIFORMA DELLA SCUOLA

Untitled

MARTEDI’ 28 APRILE – LICEO CAVOUR ORE 15:00

INCONTRO SUL DDL 2994
APERTO A TUTTI GLI STUDENTI, I DOCENTI E I GENITORI

Quale idea di scuola nel DDL 2994?

Una proposta alternativa: la LIP

intesta

Le ragioni dello sciopero del 5 maggio

23 APRILE GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO

Volantino 23 aprile

Il Cavour ha aderito alla Giornata Mondiale del Libro.

E’ previsto un evento speciale al liceo il 12 maggio.

A breve sarà pubblicato il programma.

Studenti italiani poco felici, ma i prof non si preoccupano

Documento assemblea sindacale Cavour

A pieno sostegno dell’assemblea sindacale del Cavour, pubblichiamo il documento espresso dall’assemblea di venerdì 10 aprile, con le firme di 62 lavoratori della scuola, in cui si esprime preoccupazione e forte contrarietà per il DDL di “riforma” del sistema di istruzione in discussione alla Camera, in cui principi come la libertà di insegnamento e la collegialità nella gestione della scuola sono messi gravemente a rischio.

 DOCUMENTO DELL’ASSEMBLEA SINDACALE DEL LICEO CAVOUR

L’assemblea sindacale del Liceo Scientifico Cavour si è riunita il 10 aprile 2015 per discutere sul DDL n. 2994, “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”, comunemente denominato “La buona scuola”, presentato dal Governo alla Camera dei Deputati il 27 marzo u.s.. I lavoratori sottoscritti del Liceo Cavour esprimono una valutazione fortemente negativa nei confronti del progetto di riforma della scuola, per le seguenti ragioni:
La pressoché totale esautorazione degli Organi Collegiali nei processi decisionali della scuola. Il Collegio Docenti, in particolare, nella materia attualmente di sua competenza, ovvero l’aspetto didattico-progettuale, è relegato ad un ruolo soltanto consultivo. Le decisioni in tale materia sono attribuite interamente al Dirigente Scolastico, unico responsabile “delle scelte didattiche e formative” (art. 7, comma 1) indicate nel “Piano Triennale dell’Offerta Formativa” e del conseguente “Organico dell’Autonomia”, “funzionale alle esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche come emergenti dal piano triennale” (art. 2, comma 1). – L’attribuzione al Dirigente Scolastico della facoltà di conferire incarichi per chiamata diretta al personale docente, attingendo ad “albi territoriali” (art. 7, comma 4), incarichi “di durata triennale rinnovabili” affidati a docenti selezionati “tenuto conto del curriculum” (comma 3). In questo il provvedimento in discussione riprende un punto centrale del DDL Aprea del 2012 (n. 953), all’epoca aspramente criticato da esponenti dell’attuale maggioranza (allora opposizione) che oggi sostengono questa proposta di legge. – La creazione dei suddetti “albi territoriali”, cui inizialmente sono destinati i soli assunti a partire dal prossimo anno scolastico, ma nei quali confluiranno tutti i docenti già di ruolo interessati dalla mobilità territoriale e professionale, ossia tutti i docenti trasferiti (anche soprannumerari). A questi ultimi verrà pertanto estesa la disciplina dell’incarico triennale per chiamata diretta del Dirigente (art. 7, comma 4). In questo modo, privando i docenti della possibilità di richiedere le singole scuole per i trasferimenti, viene modificata per legge in modo sostanziale la disciplina contrattuale della mobilità scolastica. – L’attribuzione al solo Dirigente Scolastico della facoltà di assegnare ai docenti “meritevoli” una somma, definita “bonus” (art. 11, commi 2 e 3), della cui entità peraltro il DDL non fa menzione. La cosiddetta autovalutazione della scuola verrebbe così a risolversi in un meccanismo premiale rivolto ai singoli docenti con decisione unilaterale ed esclusiva del Dirigente. – L’esclusione dal “piano straordinario di assunzioni” per l’anno scolastico 2015/2016 (art. 8) di coloro che, pur in possesso di abilitazione e con più di 36 mesi di insegnamento alle spalle, non sono inclusi nelle graduatorie ad esaurimento (GAE), in contraddizione con la sentenza della Corte di Giustizia Europea del 26/11/2014 che ha dichiarato illegittima la reiterazione dei contratti a termine oltre i 36 mesi. Il DDL sembra invece tener conto della sentenza della Corte laddove all’art. 12 fissa a 36 mesi (“anche non continuativi”) la durata massima complessiva dei “contratti di lavoro a tempo determinato stipulati con il personale docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario” (art. 12 comma 1). – La totale esclusione del personale ATA, che pure è interessato dalla limitazione dei contratti a tempo determinato, dal “piano straordinario di assunzioni” previsto per l’anno prossimo. Personale la cui presenza è invece fondamentale sia per il normale funzionamento della scuola, sia per il “potenziamento dell’offerta formativa” e “l’apertura pomeridiana delle scuole” che il DDL si prefigge (art. 2, comma 3, lettera m), senza indicare chiaramente con quali risorse umane e finanziarie.
Pertanto i lavoratori del Liceo Scientifico Cavour richiedono l’immediato ritiro del provvedimento in discussione alla Camera dei Deputati e l’apertura di un confronto che su questi temi coinvolga realmente il mondo della scuola.
Roma, 10/04/2015
Qui il documento originale con le firme:

Scuole Aperte: terza giornata SABATO 11 aprile 2015 ore 9-13.30

3a Giornata di studio e di incontro sulla sussidiarietà nella scuola

Sabato 11 aprile 2015 – ore 9-13.30

SCUOLE APERTE: PARTECIPATE E CONDIVISE

Scuola Di Donato via Bixio 83, Roma

Cari/e amici/che,

vi invitiamo alla 3a Giornata di scambio e confronto sulle Scuole Aperte Partecipate.

Le giornate precedenti hanno avuto un riscontro positivo di attenzione a tutti i livelli: dal Miur ai dirigenti scolastici, dal Comune ai Municipi,  dai protagonisti della scuola (studenti, insegnanti e genitori) ai movimenti di cittadini attivi per la sussidiarietà. Molte sono le scuole ed i genitori che stanno sperimentando nuovi percorsi con una sempre maggiore coscienza di dover prendere in mano il proprio destino ed un maggiore coraggio ad incamminarsi.

Obiettivo principale della giornata è rafforzare la condivisione sui temi e la rete informale tra le esperienze. Il documento “Scuole Aperte: luoghi della partecipazione” è la base comune da cui partire.

La giornata prevede in particolare l?incontro con l?assessore Paolo Masini del Comune di Roma che ha intrapreso un percorso per la redazione del Regolamento comunale sulle “Scuole Condivise” fondato sulla partecipazione.

Vi aspettiamo !

Associazione Genitori Scuola Di Donato

PROGRAMMA

ore 9.00    Accoglienza e registrazione

ore 9.30    Saluti introduttivi

ore 9.45    Gruppo Scuole Aperte AG Di Donato

La rete romana delle esperienze dei cittadini attivi

EMILIANO MONTEVERDEAssessore ai servizi sociali Municipio I Roma Centro

Le Scuole Aperte come risorsa sociale del territorio

Ore 10.15  Contributi studenti/genitori/insegnanti/dirigenti/amministratori

Interventi partecipanti e confronto

Ore 12.15  PAOLO MASINIAssessore Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione Comune di Roma

Un Regolamento comunale per le Scuole Condivise

ore 12.30  GREGORIO ARENALabsus

Conclusioni

Per approfondimenti: M – Scuole Aperte Partecipate. Documento Movi e AG DiDonato

Resoconto Giornata Legambiente al Cavour

La GIORNATA LEGAMBIENTE AL CAVOUR è stata molto proficua e partecipata e ha offerto la piacevole possibilità di condividere un impegno con i ragazzi, al di la dei ruoli, con solidale e reciproca soddisfazione.
Questi i lavori che abbiamo completato:
1.   Abbiamo sistemato i pannelli del controsoffitto e sostituito quelli rotti;
2.   Abbiamo eliminato tutti i rifiuti ingombranti che sono stati completamente smaltiti dall’AMA;
3.   Abbiamo ripulito e sistemato i laboratori di Fisica e Scienze;
4.   Abbiamo sistemato il laboratorio di informatica riassestando la funzionalità dei banchi;
5.   Abbiamo fatto riparazioni puntuali nella palestra femminile;
6.   Abbiamo fatto sistemazioni nella palestra maschile;
7.   Abbiamo fatto riparazioni puntuali in alcune classi e nei corridoi;
8.   Abbiamo ripulito il cortile;
9.   Abbiamo ripulito il cancello scorrevole dell’androne d’ingresso;
10. Abbiamo attaccato pannelli decorativi nell’ingresso principale, nel corridoio al piano terra della palazzina B e nella biblioteca.
Grazie ai tanti che hanno partecipato regalando tempo, fatica e allegria e grazie anche a tutti quelli che avrebbero voluto esserci e non sono potuti venire, ma che non potranno mancare la prossima volta.
Qui sotto alcune foto dell’evento. (cliccare sulle foto per ingrandirle)

 

 

Mercoledì 25 marzo: convegno al Liceo Cavour

Mentre nelle scuole si è appena finito di completare il questionario informativo e ci si accinge a compilare il RAV – rapporto di autovalutazione – l’Invalsi sta mettendo in moto la macchina della misurazione censuaria delle competenze degli alunni nelle scuole di ogni ordine e grado.

Da dove viene questa “furia misuratoria” che da alcuni anni a maggio si abbatte come uno tsunami su tutte le nostre scuole?
Cosa si “valuta” effettivamente? E come? E perchè? Forse, anche in questo caso, “ce lo chiede l’Europa?”
E infine, siamo certi dell’attendibilità e della validità – requisiti fondamentali della teoria classica della misura – delle procedure adottate?
Cercheremo di ragionare su questi temi nella mattinata di mercoledì 25 marzo p.v. al Liceo Cavour di Roma.
Associazione Nazionale “Per la scuola della Repubblica”
Locandina (e programma): ConvegnoValutazione
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 202 follower